calabria.gif (532 byte)

logo.JPG (15023 byte)

 "Tropea: Onde Mediterranee "

 Premio Internazionale di Poesia - Anno 2009

La Premiazione del 2012   2011   2010   2009   2008

>>====> Tropea

PREMIO INTERNAZIONALE DI POESIA

"Tropea: Onde Mediterranee"

VI edizione - 25.04.2009

 a cura di Francesco Fiamingo                   Se la ragione distingue l’uomo dalle bestie,

la poesia avvicina l’uomo a Dio.

La poesia segue l’uomo, l’uomo insegue la poesia

Presentazione

Il Premio internazionale di Poesia "Tropea: Onde Mediterranee", che quest’anno celebra la sua sesta edizione, è nato da una domanda che più volte, a contatto con la grande poesia del novecento e del passato poetico italiano, mi sono posto: oggi, in questo mondo velocizzato dalla tecnologia, dominato dalla fugacità dei messaggi visivi dei mass-media televisivi, in un’epoca definita post-moderna, post-industriale, post-tutto dove il post per alcuni sta a indicare una crisi profonda dei valori umani, artistici, culturali, spirituali, economici, politici e religiosi in cui per molto tempo forse ci si è adagiati e cullati, in questo mondo fatto così, come vorrebbe qualcuno, anche dei grandi critici contemporanei, è morta, definitivamente morta ? O forse non ci sono più poeti ? La risposta che mi son data, forse scaturita dalla personale passione per la poesia, è stata: No.

Nel senso che proprio oggi l’uomo, frastornato dal continuo correre, tempestato dall’inutile, bombardato da mille e mille sollecitazioni pubblicitarie, sente il bisogno di trovare se stesso, di ritrovare l’uomo, di vivere la propria vita con umanità in un rapporto spirituale improntato al dialogo fra se stesso e gli altri, frase stesso e Dio.

E questo è possibile con la poesia, che è una ricerca interiore, uno scavare nel profondo dell’anima, un continuo interrogarsi su ciò che si è, su ciò che si vuole, su dove si va. La poesia, che un valore universale, che non conosce limiti, che non conosce tempo, che è universale, che non conosce limiti, che non conosce tempo, che è universale nel senso che attraversa confini e tempi, che segue l’uomo fin dalla sua nascita, la poesia è eterna, la poesia non muore mai, fino a quando ci sarà uomo sulla Terra, fino a quando sulla terra ci sarà l’uomo.

Da questa mia idea, da questa mia convinzione, è nato il Premio Internazionale di Poesia “Tropea: Onde Mediterranee”, che si caratterizza per originalità d’impostazione, per serietà di propositi, per impegno, organizzativo. Un premio di provincia, direbbe forse qualcuno con intenti denigratori, un Premio come ce ne sono tanti in Italia che nascono al sorger del sole e scompaiono al tramonto del sole. Un premio  di provincia sicuramente sì, e di una provincia che è la più povera d’Italia, anche in senso culturale, che però vuole avere un ruolo, vuole avere voce e gridare al mondo insieme alla bellezza della poesia. Un Premio di provincia, dunque, ma non provinciale, un premio a cui la parola "internazionale" non è un’aggiunta, un premio che quest’anno ha davvero una dimensione e uno spazio internazionale e ne è riprova il gemellaggio culturale fra Tropea, "la perla del Tirreno", con Mar del Plata (Argentina), "la perla dell’Atlantico", gemellaggio scaturito da un’idea e da un incontro fra lo scrivente e la presidente dell’associazione "Nuevas Generaciones Calabresas de Mar del Plata", sig.na Daniela Belen Fernandez Laruffa.

Un premio che anno dopo anno lascia un  segno con la pubblicazione di una bella Antologia, dove trovano luogo tutte le poesie degli autori partecipanti al concorso, che come le onde del mare, a cui il premio si ispira, sono numerose e lontane, sono varie e diverse, sono morbide e belle, sono aspre e difficili. Sono la poesia.

Sono la poesia che ci prende, che ci avvolge e ci conquista, sono la poesia che ci fa sognare, che ci scuote e ci fa riflettere e meditare, sono la poesia che ci fa amare.

Amore per la poesia, dunque, un amore che ha permesso la nascita del Premio Internazionale di Poesia “Tropea: Onde Mediterranee”,  economicamente povero ma bello, che di anno in anno conquista sempre più spazio, che di anno in anno conquista sempre più ammirazione e prestigio, che di anno in anno supera confini e barricate.

Un premio da difendere, da proteggere, da amare.                 Tropea, 25 aprile 2009

Il Presidente

del Premio Internazionale di Poesia

"Tropea: Onde Mediterranee"

Prof. Pasquale De Luca

"Copertina del libro"

Presentatrice della manifestazione:l’attrice Annalisa Insardà

Componenti la commissione esaminatrice:

Dott. Gaetano Antonio Bursese  - Presidente, Consigliere della Corte Suprema di Cassazione

Dott. Giuseppe Meligrana        - Editore - Segretario S.D.V

Prof. Pier Domenico Calogero    - Dirigente scolastico

Prof.ssa Oxsana Khoma          - Mediatrice culturale

Maestra  Grazia Vecchio         - Insegnante elementare

Sig. Dario Godano                – Studente Unical - Laureando in archeologia

Hanno declamato le poesie premiate:

  

Geraldine Caracciolo                                Mario Epifanio

  

Maria Grazia Teramo                             Alba Nardone

Pianista - Maria Angela Milone

Il saluto ai poeti (di Pasquale De Luca Presidente del premio)

Carissimi poeti, amici carissimi,

il mio saluto a tutti voi che ci onorate con la vostra presenza e a tutti i poeti lontani che non son potuti venire oggi a questa bella festa della poesia, ma che sono ugualmente presenti in mezzo a noi con la loro opera inserita nella seconda Antologia tempestivamente pubblicata da Giuseppe Meligrana, editore giovane, serio e preparato, che ringrazio per essermi stato vicino.

Oggi è festa della poesia, ma è anche giorno del ricordo e della memoria, come dice il titolo della poesia che abbiamo appena ascoltato dalla bella voce di Annalisa Insardà, giovane promessa del cinema italiano.

La presenza di questi ragazzi sorridenti mi riempie di gioia e di speranza, ma mi porta col ricordo ai bambini di Beslam uccisi in un attacco terroristico nella loro scuola il primo giorno di scuola, in un giorno di festa. Ricordo Domenico Di Stefano, poeta di Aprilia, morto qualche giorno fa, ricordo i morti d'Abruzzo e il nostro Mino Reitano, cantante innamorato della sua terra di Calabria. Ricordo chi è morto per giustizia: il giudice Scopelliti, per esempio. Ricordo i desaparecidos d'Argentina e il grande poeta Federico Garcìa Lorca uccisi dalla dittatura e morti per la Libertà, e proprio oggi è bene ricordare tutti i martiri della Libertà di ogni luogo, di ogni tempo.

Ma devo e voglio ricordare anche i vivi: Saverio Strati, il grande scrittore calabrese dimenticato, la poetessa Stefania Tinessa, i bisognosi, i poveri, gli ammalati, e tutti quelli che nel silenzio lavorano per il bene della loro comunità e di tutta l'umanità.

Oggi sarebbe d'obbligo per me parlare di poesia e del Premio Internazionale di Poesia "Tropea Onde Mediterranee" che, anche se povero di denaro e di provincia, è ricco di spirito e di cultura, non è provinciale ma si eleva a dimensione alta ed è approdato su lontani lidi di altri mondi. Per questo ringrazio la poetessa Cosmina Furchì Gliatas venuta dalla Grecia a ritirare il suo premio e la giovanissima Daniela Belen Fernandez Laruffa, presidente delle Nuevas Generadones Calabresas de Mar del Piata (Argentina), con cui abbiamo creato un gemellaggio culturale all'insegna della cultura, dell'arte, della poesia e della calabresità che va rinvigorita e rafforzata. Un caro saluto, quindi, e un abbraccio affettuoso a Daniela e ai nostri fratelli d'Argentina che ci guardano con fiducia, con speranza e che si aspettano molto da noi.

Non parlo di poesia, perché sarà la poesia stessa a parlare oggi, ma condivido pienamente quanto scrive Roberto Deidier che parla di marginalizzazione della poesia chiusa quasi in "una riserva indiana" da far vedere che c'è e da mostrare a momento opportuno e conveniente.

Cosa penso della poesia l'ho detto sul n. 1 dell'Antologia, del Premio ho scritto sull'Antologia di quest'anno. Aggiungo che anche io, come il grande genovese, ho attraversato "la tempesta del dubbio" e più volte sono stato tentato di mollare tutto, ma in questi momenti sono stato spinto innanzi dall'entusiasmo dei giovani collaboratori, dell'amico Vitetta, di Rodolfo Mamone che mi stimola e mi incoraggia ad ogni ora.

A loro un grazie di cuore. Ma soprattutto ringrazio tutti i partecipanti che hanno inviato le loro opere e hanno contribuito alla crescita di questo Premio in numero e in qualità. Ringrazio la Giuria che ha fatto un ottimo lavoro. Ringrazio tutti coloro che in ogni modo hanno permesso che il Premio continuasse a vivere e a proiettarsi con più forza verso il futuro. Ringrazio il postino, Leonardo Apriceno, che puntuale ogni mattina, alle dieci e un quarto, mi consegnava con un sorriso le vostre poesie.

È tempo di crisi, è vero; ai nostri amministratori un invito: investite oggi nella cultura, investite anche nella poesia, la più nobile e la più povera di tutte le arti. Guardateli i poeti in carne e ossa, essi non vivono di illusioni e di sogni. Guardateli e riflettete... A nome loro vi ringrazio per quello che avete fatto e che sicuramente farete. Soprattutto: non mancate agli appuntamenti con la poesia!

Di nuovo grazie e un saluto affettuoso.

Poesie premiate nelle varie sezioni:

Onda prima - Poesia giovane

Settore A -  Alunni di scuola elementare

1° posto- "Il mio sogno" di Vincenzo Lo Tartaro  - Daffinà di  Zambrone (VV)

2° posto- “ A che serve la guerra” di Alessia La Torre –  Tropea ( VV)

3°posto-  “Angelo” di Salvatore  Mazzitelli-  Daffinà di Zambrone ( VV)

_____________________________________________________________________

Settore B -  Alunni di scuola media inferiore

1° posto- - "L’Angelo delle nonne" di Martina Marotta - Prato

Assente

2° posto- "Il mondo che vorrei" di Giuseppe La Torre – Tropea (VV)

3° posto-“Terra mia” di Asia Minutolo- Parghelia (VV)

 __________________________________________________________________

Settore C - alunni di scuola media superiore.

1° posto- "Anche noi abbiamo adempiuto al folle volo" di Clèry Celeste

San Colombano Foggia  -Assente

2° posto- “Tu ed io” di Ilaria Quaranta –Coccorino di Joppolo (VV)

3° posto- "Sangue nero" di Martina Bertuzzi - Roma

_______________________________________________________________

Onda seconda - Poesia adulti: inedita, in lingua italiana

1° posto- "Suoni sgraziati" di Vincenzo Siciliano - Arcidosso (GR)

Assente

2° posto- "La voce del vento" di Edda Ghilardi  Vincenti - Bergamo

3°posto- "Deportati e deportati" di Paolo Landrelli  –Ardore (RC)

_______________________________________________________________

Onda terza - Poesia in vernacolo: inedita, in dialetto calabrese ed in tutti i dialetti d’Italia

1° posto- "Il lupo pacifista ed il piccione bullo" di Annalisa De Carolis – Roma

Ritira il premio una parente

2° posto- "A festa di lu tunnu" di Giuseppe Durante – Pizzo Calabro (VV)

3° posto- "U amore" di Santa Venturi - Bari

 _______________________________________________________________

Onda quarta - Poesia edita: in lingua italiana, per autori senza limiti di età.

1° posto - "Un cielo fitto di stelle" di Dalida Fusco - Gasponi di Drapia (VV)

 

2° posto- "Il Calicanto di stelle ocra" di Stefania Tinessa - Benevento

Assente

3°posto- "Lilium" di Romano Cajelli – Busto Arstizio – (VA)

_______________________________________________________________

Onda quinta - Poesia d’Europa e mediterranea: inedita, in una delle lingue parlate in Europa o nei Paesi mediterranei

1° posto - "AFTO PU EPITHIMO" di Cosmina Furchì Gliatas - Atene, Grecia

Francesca Rita Rombolà recita la poesia di Cosmina Furchì

2° posto -  "La chanson de la pax" di Pasqualina Scrugli – Tropea (VV)

3° posto- "Giverny" di Edda Ghilardi Vincenti - Bergamo

Assente

_______________________________________________________________

Onda sesta - Poesia del mondo: inedita, in qualunque lingua, con traduzione a fronte, per autori stranieri senza limiti di età d’ogni parte del mondo esclusi quelli d’Europa e dei Paesi mediterranei.

1° posto - "Immigrante"  di Damiàn Edgardo Benjamin Katz - Mar del Plata  -Argentina

Ritira il premio anche per gli altri connazionali argentini

2° posto - "Onde come rondini" di Raffaele Vitiello - Mar del Plata          -Argentina

3° posto - "Las olas,matronas viejas"... di Beatriz Brigida Mancussi – Tandil -Argentina

_______________________________________________________________

IL premio riservato a un personaggio illustre di Tropea è stato

assegnato a Francesco Restuccia con la seguente motivazione:

"A Francesco Restuccia: L’uomo il maestro"

Ritira il premio il prof. Lino Danieli

Nota del prof. Pasquale De Luca

Chi passeggia in piazza Vittorio Veneto a Tropea vede spesso un signore distinto, alto, in giacca e cravatta, seduto al bar a leggere un giornale o a conversare con gli amici. Sempre sorridente e disponibile al dialogo, l'uomo Restuccia ha attraversato per intero la storia tropeana dagli anni Cinquanta del secolo scorso raccontandone con obiettività le vicende quotidiane sui giornali dell'epoca.

È nato a Joppolo, grazioso paese affacciato sul mare con una splendida vista dello Stretto di Messina e dello Stromboli, nel 1924; ha combattuto durante la seconda guerra mondiale ed è stato partigiano nella Resistenza combattente per la Libertà.

Maestro di scuola elementare, ha insegnato dal 1946 al 1979. Vive a Tropea dal 1954.

Uomo integerrimo, con forti ideali socialisti e di sani principi morali, legato alla famiglia e alla sua terra, ha contribuito, in lunghi anni di insegnamento, alla formazione umana, culturale e democratica di intere generazioni di giovani lasciando un segno indelebile di civiltà e di tolleranza nelle loro coscienze.

Giornalista pubblicista, ha collaborato a diversi quotidiani: il Messaggero, la Gazzetta del Sud, il Giornale di Calabria; è stato per molti anni corrispondente A.N.S.A. da Tropea e anche socio della S.I.A.E.

Presidente della Pro Loco, ha pubblicato, nel 1972, la prima Guida Turistica di Tropea e dintorni.

Scrittore e poeta di umana sensibilità, ha pubblicato numerose opere di solido spessore culturale, fra cui:

Raccolta di poesie per ragazzi 1966, Raccolta di liriche 1966, Cecco il difficile 1981, Calabria eterna 1981, Lo moglie dell'onorevole 1983, Racconti senza pretese 1986, La Collina dei sogni 1991, Terra mia 2007.

Sue opere sono inserite in antologie e raccolte.

Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti per la poesia e per la narrativa.

A lui il nostro augurio e il nostro ringraziamento.

Sono intervenuti:

La cantante lirica – soprano Maria Francesca La Rosa accompagnata al pianoforte da M.A. Milone ha cantato le seguenti arie d’opera:

"Caro nome"                   dal Rigoletto di G. Verdi

"Vissi d’arte"                  dalla Tosca di Giacomo Puccini

"Voi lo sapete o mamma"      dalla Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni

"So ancch’io la virtù magica"  dal Don Pasquale di G. Donizzetti

"Quando m’en vo"              dalla Bheme di G. Puccini

"Un  bel di vedremo"          da Madama Butterfley di G. Puccini

Il sindaco di Tropea  dott. Antonio Euticchio

Il Presidente della commissione Esaminatrice, dott. Gaetano Antonio Bursese

Avv. Ottavio Scrugli – presidente dell’Associazione "Tropea Musica"

Il Prof. Pasquale De Luca e il sindaco Di Tropea Antonio Euticchio

compagni di banco al Liceo, a conclusione della rassegna poetica.

Vai a: " Omaggio a Tropea " di Francesco Fiamingo

Poesia in vernacolo partecipante a una edizione precedente del concorso "Tropea: Onde Mediterranee".

Torna Su

PREMIO INTERNAZIONALE DI POESIA

"Tropea: Onde Mediterranee"

 VI  Edizione - 2009  - Regolamento

- REGOLAMENTO 2009

Il Premio Internazionale di Poesia "Tropea: Onde Mediterranee" si articola nelle seguenti sezioni:

Onda Prima - Poesia giovane: inedita, in lingua italiana, per giovani autori fino a 18 anni di età; si suddivide in:

settore A - riservato agli alunni di scuola elementare;

settore B - riservato agli alunni di scuola media inferiore;

settore C - riservato agli alunni di scuola media superiore.

Onda Seconda - Poesia adulti: inedita, in lingua italiana, per autori che abbiano già compiuto 18 anni di età.

Onda Terza - Poesia in vernacolo: inedita, in dialetto calabrese ed in tutti i dialetti d’Italia con traduzione a fronte, per autori senza limiti di età.

Onda Quarta - Poesia edita: in lingua italiana, per autori senza limiti di età.

Onda Quinta - Poesia d’Europa e mediterranea: inedita, in una delle lingue parlate in Europa o nei Paesi mediterranei, con traduzione a fronte, per autori senza limiti di età.

Onda Sesta - Poesia del mondo: inedita, in qualunque lingua, con traduzione a fronte, per autori stranieri senza limiti di età d’ogni parte del mondo esclusi quelli d’Europa e dei Paesi mediterranei.

Tutti gli autori, a prescindere dall’età, possono partecipare con una o due poesie, ciascuna non superiore a 30 versi.

Di ogni poesia bisogna inviare sei copie dattiloscritte, di cui solo una va firmata dall’autore; le altre copie, completamente anonime e senza alcun segno di riconoscimento, devono contenere soltanto il testo e il titolo della poesia.

Nella busta contenente le opere deve essere allegata la scheda di partecipazione, debitamente compilata.

Per la sezione Onda Prima - Poesia giovane sulla copia firmata è necessario apporre il timbro della scuola e indicare la classe frequentata. La partecipazione è gratuita.

Per la sezione Onda Terza - Poesia in vernacolo è obbligatoria la traduzione a fronte in lingua italiana e l’indicazione sulla copia firmata del luogo in cui il dialetto è parlato.

Per la sezione Onda Quarta - Poesia edita ogni autore partecipa con un solo libro pubblicato negli ultimi cinque anni, inviando sei copie; una sola copia deve riportare la firma.

Per la sezione Onda Quinta - Poesia d’Europa e mediterranea e per la sezione Onda sesta – Poesia del mondo è obbligatoria la traduzione a fronte in lingua italiana e l’indicazione sulla copia firmata del luogo in cui la lingua è parlata.

Per ogni sezione del Premio (esclusa la sezione Onda prima - Poesia giovane) è richiesto un contributo minimo di € 10,00 da inserire nel plico unitamente alle opere e alla scheda di partecipazione.

È consentita la partecipazione a più sezioni purché per ognuna di esse sia regolarmente inviato il contributo minimo di € 10,00.

Le opere, corredate da quanto prescritto nel presente regolamento, devono essere inviate per posta entro e non oltre il 28 febbraio 2009 (farà fede il timbro postale) al seguente indirizzo:

Prof. Pasquale De Luca

Contrada Gornella, 6

89861 Tropea  (VV) - Italia

La mancata osservanza di uno dei requisiti richiesti comporta l’esclusione dal Premio. I concorrenti accettano incondizionatamente le norme del presente regolamento ed il giudizio della Commissione esaminatrice (i cui nomi saranno resi pubblici durante la manifestazione di premiazione) che è insindacabile e non ricorribile.

Le poesie inedite premiate, segnalate o ritenute particolarmente interessanti, potranno essere pubblicate in volume, che sarà inviato ad enti pubblici e biblioteche nazionali o messo in vendita. Gli eventuali proventi saranno utilizzati per l’organizzazione del Premio. Gli organizzatori si ritengono a ciò autorizzati. Tutte le opere inviate al Premio, anche quelle non ammesse, non saranno restituite.

La partecipazione degli autori alla premiazione finale non comporterà onere di alcun genere per gli organizzatori.

La Premiazione avverrà sabato 25 aprile 2009 a Tropea (VV).

Nel corso della manifestazione verrà conferito un riconoscimento speciale ad un personaggio che con la sua opera si sia particolarmente distinto in attività che abbiano dato lustro alla nostra comunità.

Premi

Onda Prima - Poesia giovane: per i primi tre classificati delle sezioni A, B, C, sono previsti i seguenti premi:

Primo posto:    coppa

Secondo posto: targa

Terzo posto:    targa

 Onda Seconda - Poesia adulti: per i primi tre classificati sono previsti i seguenti premi:

Primo posto:    € 100 + coppa

Secondo posto: €  50 + targa

Terzo posto:    €  50 + targa

 Onda Terza - Poesia in vernacolo: per i primi tre classificati sono previsti i seguenti premi:

Primo posto:    € 100 + coppa

Secondo posto: €  50 + targa

Terzo posto:    €  50 + targa

 Onda Quarta - Poesia edita: per i primi tre classificati sono previsti i seguenti premi:

Primo posto:    € 150 + coppa

Secondo posto: € 100 + targa

Terzo posto:    €  50 + targa

 Onda Quinta - Poesia d’Europa e mediterranea: per i primi tre classificati sono previsti i seguenti premi:

Primo posto:    € 100 + coppa

Secondo posto: €  50 + targa

Terzo posto: targa

 Onda Sesta - Poesia del mondo: per i primi tre classificati sono previsti i seguenti premi:

Primo posto:    € 100 + coppa

Secondo posto: €  50 + targa

Terzo posto:             targa

Gli autori che risulteranno vincitori nella sezione Onda quarta - Poesia edita, hanno facoltà di apporre sulla copertina del libro la dicitura Premio Internazionale di Poesia "Tropea: Onde Mediterranee" e l’indicazione del posto conseguito. Gli autori premiati saranno tempestivamente informati sull’ora e sul luogo della premiazione; ad essi è fatto obbligo di ritirare personalmente in tale data il premio che, in ogni caso, non sarà spedito a domicilio.

Per Informazioni e Contatti:

Tel (+39) 0963.666344 - (+39) 329.7094134 - (+39) 338.6157041

Oppure visitate i siti:

www.tropeaondemediterranee.it - info@tropeaondemediterranee.it

www.meligranaeditore.com - info@meligranaeditore.com

Tropea: il Santuario di Santa Maria dell'Isola

Torna Su